cerca

Perché anche questa volta, e come mai prima di questa volta, sarò al suo fianco

12 Febbraio 2011 alle 17:00

Perché anche questa volta, e come mai prima di questa volta, sarò al suo fianco. Volevo sottolineare quello che i giudici di Milano Boccassini e Bruti Liberati sono riusciti a fare all’interno di uno stato democratico, liberale, laico, come teoricamente il nostro paese è: 1. Instaurare un clima da guerra civile con la fortissima contrapposizione tra poteri dello stato fregandosene, non importa quale cavillica scusa ci possa stare dietro, come nelle più drammatiche ore egiziane; 2. Minare il principale principio di convivenza e di civiltà democratica della libertà dell’individuo che non è più libero di avere la condotta privata che desidera. Mi sembra di ricordare il periodo più nero della ex DDR; 3. Cancellare in un solo colpo il principio della privacy dell’individuo; adesso il cittadino ha paura; uno stato degno delle peggiori tirannie di stampo sovietico. 4. Cancellare in un solo colpo il principio della secretazione delle carte processuali. Come è possibile vivere in uno stato dove i magistrati non rispettano le leggi? 5. Impostare un processo che dovrebbe essere fatto in un aula di tribunale in un processo sommario popolare dove lo scopo è confondere il fatto di rilevanza penale (qual’ora ci fosse il fatto e qual’ora fosse di rilevanza penale) con la sete di vendetta del popolino invidioso delle teoriche frequentazioni femminili di chi è potente e se lo può permettere! Oggi questo succede solo in Corea del Nord con le pulizie politiche. 6. Mettere l’Italia nel ridicolo internazionale. Non è la condotta teorica del singolo (sempre da provare) la causa di questa reale figuraccia ma è il premeditato comportamento dei pm di Milano che ci stanno mettendo in ridicolo agli occhi del mondo il nostro paese e le nostre istituzioni! In quale nazione esiste in potere dello stato che volutamente compie un atto che va contro gli interessi dello stesso stato? Questi sono i servizi deviati, poteri sovversivi; Grazie giudici, avete trasformato la democrazia nella quale sono nato nel peggiore dei regimi antidemocratici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi