cerca

Ma non erano tutti amici di Mubarak?

12 Febbraio 2011 alle 12:00

Non posso credere che l'amministrazione americana assieme a tutte le altre amministrazioni europee si facciano trascinare così facilmente dalle proteste della piazza. Ieri Mubarak ha annunciato di aver trasferito i poteri al suo vice e di non presentarsi alle elezioni che si terranno probabilmente in settembre. Non è forse un discorso ragionevole? Non è meglio una transizione "morbida" piuttosto che una rivolta violenta che rischia di portare al potere il gruppo di potere più violento? Mi stupisce che gli esperti delle amministrazioni si facciano trascinare dalla piazza invitando Mubarak a lasciare subito il potere. Un paese importante per la stabilità di una vasta regione non può permettersi di destabilizzarsi o di diventare un paese alla mercè dei Fratelli musulmani. E menomale che fino a qualche tempo fà gli occidentali erano tutti amici di Mubarak!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi