cerca

La tassa sul cinema

12 Febbraio 2011 alle 19:00

Dal prossimo luglio andare al cinema costerà un euro in più. Un emendamento del governo al milleproroghe prevede l'applicazione del pagamento di un “contributo speciale a carico dello spettatore pari a un euro”, per finanziare le agevolazioni fiscali alla produzione cinematografica. Ma si teme che detta tassa possa allontanare gli spettatori dalle sale. A mio avviso è una tassa iniqua in quanto esclude dalla tassazione gli altri soggetti che usano il prodotto cinematografico, cioè telefonia, le tv a pagamento, i produttori di dvd , i provider internet ed altri. Inoltre, per l'accesso alle sale cinematografiche delle comunità ecclesiali o religiose non è prevista nessuna tassazione. Detto questo ritengo che detta tassa potrebbe esser dimezzata coinvolgendo nella tassazione, senza eccezioni di sorta, tutte le parti interessate

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi