cerca

In carcere mai nessuno dal 1837

7 Febbraio 2011 alle 19:00

A proposito degli arresti eccellenti e successive scarcerazione da parte dei maagistrati napoletani riguardo al percolato scaricato a mare, credo attualissimo quanto scrisse Belli nell'aprile del 1837 che ripropongo ai più giovani che all'epoca ancora non erano nati: La legge La legge a Roma sc’è, sori stivali: Io non ho detto mai che nun ce sia: Ché er Governo ha ttrecent’una scanzia Tutte zeppe de banni generali. E nemmanco vedrete caristia D’Abbati, Monziggnori e Ccardinali Giudisci delli Sacri Tribbunali, Da impiccavve sur detto d’una spia. La mi’ proposizione è stata questa: C’un ladro che tieè a mezzo chi comanna E ccià donne che s’arzino la vesta, Rubassi er palazzon de Propaganna, Troverete er cazzaccio che l’arresta, Ma nun trovate mai chi lo condanna. 8 Aprile 1834 .

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi