cerca

Assedio ad Arcore

7 Febbraio 2011 alle 17:30

I cosiddetti "bravi del popolo viola" hanno superato il limite nel pomeriggio e nella sera di domenica 6 febbraio. Manifestare è lecito, è un diritto, ma lanciare sassi, bottiglie, rompere vetri, assediare la città, intralciare il traffico, investire polizia e carabinieri, mettere loro le mani al collo ponendoli ovviamente in condizione di doversi difendere e di rispondere con altrettanta violenza non è né un diritto né deve essere permesso. Il dato ancora più eclatante è che questi manifestanti si sarebbero poi spostati in direzione Villa San Martino ad Arcore, residenza di Silvio Berlusconi, per assediarlo, creando tafferugli e scontri. Questa sarebbe la democrazia, questo sarebbe ciò che vuole la sinistra che manovra i centri sociali e sarei anche sicura che all'indomani la stessa sinistra minimizzerà l'accaduto. Ma ci rendiamo conto che stiamo permettendo di appropriarsi della vita privata di una persona prima di tutto ed in secondo luogo di un Presidente del Consiglio, al di là del suo nome?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi