cerca

A meglia morte è chella è subbeto

7 Febbraio 2011 alle 16:55

Tituba Galli della Loggia e non sa dirci quale sia la strada migliore per affrontare coscientemente lo scorcio di legislatura che scorre verso l’aprile del 2013. Ovvio, si capisce, che la strada migliore sarebbe non avere a che fare con gli Scilipoti la cui provenienza, comunque, è un valore smarrito dal Di Pietro ma ritrovato da Silvio Berlusconi post Finum fugatum. È assai capricciosa la politica e spesso si traveste da ancella che mesce il nettare degli dei per rabbonire i cerberi che vorrebbero la politica un susseguirsi di emozioni fredde, senza passioni. Sono gli uomini che hanno inventato la politica o essa è già inserita nel cromosoma genetico? Non so se posso azzardare, ma quando i grossi felini vanno all’attacco delle prede (antilopi o gnu per esempio) ho l’impressione che anch’essi concertino una politica strategica e partono all’attacco della preda con compiti ben distribuiti. Nella spartizione del bottino, sovente, qualche zampata di troppo ristabilisce le precedenze. Non è questa la politica? Sì, ho capito, lo so, lo so, la politica è l’arte del possibile: e allora, che fa Berlusconi? Fa il possibile e “Attacca il ciuccio dove vuole il padrone” (cioè lui). Ma questo è un paradosso … se avessi la ricetta giusta da suggerire, la terrei ben chiusa in cassaforte, al riparo anche degli spioni che i pm sguinzagliano sulle peste dei politici allo sballo. Salveremmo il salvabile e il popolo resterebbe sovrano sine die.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi