cerca

Al lupo, al lupo

5 Febbraio 2011 alle 15:00

Vorrei ricordare a qualcuno, che fa finta di dimenticarsene, che una doppia patrimoniale in Italia esiste già: una riguarda la cosiddetta Tassa rifiuti che, nonostante la legge preveda di passare alla Tia, continua dalla gran parte dei comuni ad essere applicata sulla base della metratura dei locali, indipendentemente sia dal reddito del proprietario che dal numero degli occupanti (che producono i rifiuti effettivi). L'altra riguarda l'Ici sulla seconda casa (non per tutti rappresenta un lusso!) che, dopo l'abolizione totale dell'imposta sulla prima casa (indipendentemente dal valore dell'immobile e dal reddito del proprietario) viene quasi sempre applicata dai comuni con l'aliquota massima, anche per sopperire al taglio dei trasferimenti statali previsto dalle ultime leggi di stabilità. Sorvolando, inoltre, sul fatto che in Italia la maggior parte delle case di lusso (che dovrebbero continuare a pagare l'ICI anche se di residenza) sono ancora accatastate in categorie inferiori e riescono così a godere dell'esenzione. Quindi è patetico e strumentale addebitare alla Sx la volontà di introdurre una patrimoniale (ci sono già...). Mi domando allora come mai il C-Dx (paladino a parole della lotta alle tasse), che ha governato per otto degli ultimi dieci anni questo Paese, invece di gridare al lupo per motivi chiaramente elettoralistici, non si è mai preoccupato di rimediare alle storture sopra citate (si pensi che persino nel decreto appena approvato sul federalismo la questione della tassa sui rifiuti è stata rinviata a data da stabilirsi).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi