cerca

Nessuna nuova, buona nuova?

4 Febbraio 2011 alle 17:00

Io non sono un talebano di questa destra, io non difendo a spada tratta ogni singola scelta, scellerata o un minimo accettabile di questo governo e del suo Capo, io provo persino vergogna il più delle volte a guardare, ascoltare e ragionare di quelle facce che mandiamo a rappresentarci. Ma l'unica speranza, se per caso la meritiamo, si mantiene ancora nella presenza del Cav. In questo Paese dove tutto deve essere scandalo per essere discusso, il nostro Presidente incarna ad oggi ancora l'unico uomo-nuovo che la nostra politica ha saputo partorire da non so quanto tempo ormai. Non c'è proprio da rallegrarsene. Ma in nessun modo riesco a dar fiducia a questo o a quello, facce tutte uguali che si sovrappongono l'un l'altra senza che diano la ben che minima pulsazione di vita. Non è la poesia di Vendola che ci salverà, non la mummificazione di Casini o la finta dignità di Gianfranco. Vogliamo scrivere di Bersani? Amen. Ecco, ci rimane solo di pregare che l'Amor Nostro/Male Assoluto si scrolli via noie e scandali e che non si ritiri da questo palco col prezioso segreto di come fare a cambiare l'italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi