cerca

Le manifestazioni a sostegno della magistratura

3 Febbraio 2011 alle 10:00

A cosa servono? Pare che la magistratura sia minacciata nel proprio operato dalla prepotenza degli altri poteri. Pare che i magistrati abbiano bisogno di sostegno e di essere in qualche modo tutelati, nelle loro persone... ma da cosa? Non mi risulta che, da mani pulite in poi, nessun pm abbia ricevuto alcuna conseguenza sulla propria carriera, dalle condanne o assoluzioni, dalle archiviazioni, dagli errori commessi. Perchè allora manifestare per difendere chi, in questo momento, appare più che mai libero di agire, indagare, intercettare e, se sbaglia, non paga comunque? Non se ne può più della retorica del regime, Berlusconi sbraita a più non posso, ma non mi sembra che il posto della Boccassini sia a rischio. Nessuno si è accorto che la magistratura non vuole essere toccata, riformata da un parlamento che viene votato per questo scopo (ahimè mai raggiunto), nessuno si è accorto che quella stessa magistratura, quando non ama una legge, tenta in tutti i modi di riformarsela in sede di Tribunale (vedi le interpretazioni di Firenze sulla fecondazione assistita), ma non è ingerenza vera questa, in un altro potere? Un'ingerenza ben peggiore, perchè effettiva, e incide sulle leggi, non certo come le invettive di qualche giornale e di qualche parlamentare. E allora è ridicolo questo succedersi di appelli e di manifestazioni a favore dei magistrati. Parliamo della sostanza, delle leggi, di cosa devono contenere, di come devono essere esercitati questi poteri, ma io mi esprimo male, e allora non mi resta che unirmi a Buttafuoco nel suo superlativo, sacrosanto e accorato appello, che estenderei a tutti i Saviani traboccanti di coscienza civile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi