cerca

Autonomia e autocrazia in Rai

30 Gennaio 2011 alle 12:00

Santoro che replica a Masi come se quest'ultimo fosse un suo dipendente è un sintomo della prospettiva rovesciata indotta dall'attuale dittatura del magistrato, che ha sostituito il proletariato nella visione dialettica del comunismo rivoluzionario, giacchè essa esautora gli altri poteri dello Stato e ne governa le sorti a suo piacimento, ad esempio conducendo indagini irregolari sul Presidente del Consiglio ma abortendo in origine quelle "irrilevanti" sul Presidente della Camera. Dunque la vera questione non è la ricattabilità di Berlusconi a opera di donnine, bensì la ricattabilità di tutti i cittadini, Masi compreso, a opera della magistratura, che a suo piacimento può aprire indagini per tema di una sola innocente telefonata su chiunque si opponga al suo potere. Il disagio e persino la paura di Masi nel notificare a Santoro le sue chiare violazioni era evidente, giacchè Santoro non è soltanto un giornalista ma è un capo dell'opposizione di piazza innestatosi per mandato di parte ideologica nel ceppo della tv pubblica, sobilla le folle e i suoi nemici sono perseguitati dalla magistratura, i suoi amici invece protetti. Chi non avrebbe paura ad affrontare un simile boss, tantopiù se come nel caso di Masi spetta a lui dargli dei limiti? La questione posta dal Premier sul canone Rai non è dunque illegittima: la cosa scandalosa non è che Santoro sia giornalista in Rai, giacchè tutti sono schierati, ma che i dirigenti Rai non sembrino avere potere su di lui, il servizio è pubblico fintanto che la sua gestione è controllata dal pubblico cioè dallo Stato, ma se lo Stato per mezzo dei dirigenti nominati perde il controllo sul servizio allora esso non è più pubblico, è usurpato da interessi privati e piccoli dittatori che trasformano la loro autonomia in autocrazia. La differenza è data dalle regole (leggi), di cui Santoro non vuol sentire parlare, giacchè l'autonomo usufruisce delle regole stabilite mentre l'autocrate le crea a suo piacimento senza averne l'autorità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi