cerca

Tassa patrimoniale

28 Gennaio 2011 alle 14:00

Fa bene il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ad intervenire sulla proposta della tassa patrimoniale che proviene dalla sinistra e nello specifico da Giuliano Amato che già nel dicembre 2010 aveva spinto la sinistra a pensare alla possibilità di inserire una patrimoniale per cercare di risanare il debito pubblico italiano. Berlusconi ci spiega che in realtà innanzitutto di tassa si tratterrebbe. Al contrario, specialmente nella situazione economica attuale in cui versa l'Italia, non imporre tasse da parte dello Stato dovrebbe essere un must ed una prerogativa. Inoltre, sarebbe una mancanza di rispetto verso gli italiani che investono parecchio sui loro patrimoni e sul "mattone". Tassarlo costituirebbe una sorta di intromissione nella privacy di ognuno. Invece, come spiega il Premier, "l'obbiettivo dovrebbe essere quello di liberalizzare, privatizzare, incentivare la crescita dell'occupazione qualificata, della spesa per infrastrutture, per la ricerca e l'istruzione". L'Italia ha bisogno di crescere e non di deprimere gli investimenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi