cerca

Nascita del Marxismo - Leninismo - Camillerismo

28 Gennaio 2011 alle 14:30

Camilleri dice che Lenin morì troppo presto per finire il lavoro "molto positivo" e che solo dopo, al PCUS, la situazione sfuggì un po' di mano. Aggiunge che il Gulag non è comparabile ai lager hitleriani, sottolineando che Alexander Solzenicyn, coi nazisti, non ce l'avrebbe fatta a sopravvivere. Tutto sommato un giudizio misurato di uno dei maggiori rappresentanti della cultura italiana di oggi. Che saranno mai un colpo di stato contro chi aveva già deposto lo Zar, l'assassinio dello stesso con tutta la famiglia, l'eliminazione di alcun classi e di tutti gli oppositori, l'istituzione della Ceka e del Gulag. Credo che Camilleri sia pronto per il Nobel. D'altronde, a Pinter, Samarago e Fo l'hanno già dato. Il ministro Bondi dovrebbe sollecitare la pratica...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi