cerca

Prime riflessioni sul dopo (Berlusconi) e incertezza del diritto

20 Gennaio 2011 alle 16:00

Gettiamoci in avanti e andiamo al giorno dopo. Il giorno dopo le dimissioni e l'incoronazione di Tremonti, Letta o Alfano, "decisi" dalla Procura di MIlano. Quale garanzia hanno costoro che i 150 poliziotti e le decine di magistrati spesi finora su Silvio Berlusconi, non vengano spostati seduta stante su altri fascicoli, ed avviino una (chiamiamola) "certificazione di moralita', di buona condotta, illibatezza penale e dabbenagine civile" (dato che chi, in Italia, non ha viaggiato borderline sul mare magnum dei cavilli e i controcavilli di ogni tipo, che regolano la vita civile e sociale, sono solo gli idioti e i minus habens) dei candidati prescelti? C'e' un fogliante - che sia tale, pero', ovvero smaliziato, privo di idealita' non sorrette da pragmatismo e buon senso - che metterebbe la mano sul fuoco che, da qui a qualche settimana questa bella Giustizia Orologiaia (che senza Silvio si annoierebbe alquanto) non cominci a puntare da qualche altra parte, sia pure un Ministro o un Sottosegretario, se non fa quello che a Lei piace? Mi piacerebbe una consultazione, riservata a coloro che hanno avuto a che fare una sola volta con la giustizia (cioe' escludiamo i fortunati o quelli che per eta' non hanno incontrato questa mortifera macchina da guerra) per domandargli se avrebbero preferito che i vent'anni di queste indagini anti-Silvio (soldi spesi, personale impiegato, mezzi impegnati) venissero invece dedicati a chiudere tutta una serie di altre faccende che minacciano la "legalita'" (come la chiama Gianfranco Fini) di questo paese, facendolo uscire dalla peggiore e sottile illegalita', quella dell'incertezza del diritto. Sono sicuro che la maggioranza sarebbe schiacciante. L'incertezza che esiste oggi nell'esecutivo e nel governo politico nazionale e' nient'altro che l'estensione dell'incertezza del diritto - che l'obbligatorieta' (e arbitrarieta') dell'azione penale che ha guidato da sempre gli atti della magistratura - alla politica, nata con Tangentopoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi