cerca

La nuova mappa dei poteri dello stato

17 Gennaio 2011 alle 16:30

Come Rapetti ringrazio la sinistra. A ben vedere è di un riformismo quasi rivoluzionario. A parole difende una vetusta Costituzione, ma nei fatti l'ha trasformata profondamente. Il potere giudizario - che aveva l'obbligo di applicare le leggi - emana sentenze che diventano leggi, di solito, contra personam. L'alto organismo nei suoi pronunciamenti accoglie di solito l'indirizzo giuridico-mediatico dominante, conferendo certezza e legittimità alla Giustizia. La Pubblica Sicurezza - che aveva l'obbligo di eseguire le disposizioni del governo - applica le leggi emanate dai giudici. I Media - a cui è stato chiesto l'obbligo di tutelare la privacy - pubblicano leggi e applicazioni della legge (la nuova G.U.). L'Opposizione - a cui è richiesto di attivarsi all'interno dei canali parlamentari - (guidata da un ex pm) le impugna ed esercita l'obbligatorietà dell'azione "politica". Il potere esecutivo - a cui spetterebbe l'indirizzo politico-amministrativo - è imputato nelle aule tribunalizie. Il potere legislativo (maggioranza parlamentare) - a cui spetta il compito di fare le leggi - esercita la sua difesa. Il capo del potere legislativo - a cui spetta un compito istituzionale di basso profilo legato alla Camera di appartenenza - invia messaggi alle Camere, commenta, corregge gli atti dell'Esecutivo, come farebbe un capo del governo-ombra: almeno fino al 14 dicembre 2010. La presidenza della Repubblica - a cui non spetta un indirizzo politico, ma di guida per linee interne, attraverso messaggi alle Camere - esterna costantemente l'indirizzo politico al pubblico e ai media. il Quinto Potere amplifica, eccetto perfortuna il Minzo e Fede. Il Sesto Potere (la rete) - cui non spetta alcun ruolo - discute le regole e le leggi, e la fa quasi sempre fuori dal vaso. Il Popolo sovrano - che dovrebbe agire attraverso i suoi rappresentanti - si autogoverna. E fin troppo bene. E poi, dopo averla stravolta, hanno il coraggio di dire che la costituzione materiale è in pericolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi