cerca

Bassezze giudiziarie

17 Gennaio 2011 alle 15:30

Non si può non sottoscrivere l'editoriale di sabato, presumo del direttore, sull'ennesima indagine a carico del premier. Giustamente "Siamo ben preparati al peggio", questo giochino oramai sta stancando e il livello di nausea,di schifo sale vorticosamente.Certo,fa comodo agli ambienti che ben conosciamo vedere un premier considerato un puttaniere,uno che favorisce la prostituzione,visto che,altrimenti,non avrebbe di che vivere. Lo sputtanamento dell'Italia,in questo modo è altamente assicurato con gran gioia di un certo mondo politico,della magistratura e di certa munnezza mediatica. Chi dovrebbe maggiormente vergognarsi,però,è la politica,o meglio,una certa politica,che non ha il coraggio di risolvere,di affrontare la questione dei rapporti con l'ordine giudiziario che è diventato,almeno in certe sue componenti,potere giudiziario. Quando D'Alema dice che "Berlusconi dovrebbe dimettersi",in realtà è lui che dovrebbe "dimettersi"per così dire dalla politica. La sua,come quella di altri politici,è solo pavidità. Certi politici dovrebbero riflettere sulle parole dell'on.Franca Chiaromonte del Pd,riportate sul Foglio di venerdì in ordine proprio al tema dei rapporti politica-magistratura e di riflesso su Berlusconi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi