cerca

Insulto libero o libertà di critica

16 Gennaio 2011 alle 11:00

Adesso una critica alla proposta (per modo di dire) di Marchionnne diventa un insulto a lui, al premier, ai sindacati che hanno firmato, e chi più ne ha più ne metta. Sarà ancora possibile in questo incredibile Paese non essere d'accordo con qualcosa (specialmente se sappiamo di che si tratta) senza essere accusati di insultare qualcuno? Sarebbe facile rovesciare l'accusa...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi