cerca

Tunisia, ora entri l'Italia e non l'estremismo

14 Gennaio 2011 alle 23:53

Via Ben Ali, per volere del popolo sovrano, e della sua middle class, inizia un esame importante per l'Italia vicino fisico più della Francia alla Tunisia. Un enorme partita si sta per giocare, forse inaspettata, la partita delle influenze economiche sul paese più prospero e culturale del Maghreb, una partita a scacchi con l' instabilità terroristica che sicuramente proverà a dire la sua....una Tunisia prospera é nell'interesse italiano, anzitutto, per far contento il popolo bue che vede solo i barconi, e in misura ben maggiore per il nostro sviluppo eocnomico. Giochiamo la partita della stabilità nella vecchia cartagine. Subito. Non aspettiamo la Ashton, sarebbe inutile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi