cerca

Salvatore Merlo, occhio acuto

14 Gennaio 2011 alle 16:30

Senza prendersela più che tanto. Uomini di mondo siamo. La Consulta s’è espressa. Il divino art.3 fa aggio. Uno potrebbe chiedersi, come mai, a fronte di una tale, chiarissima perentorietà, la stessa Carta introducesse l’istituto dell’immunità parlamentare che, di fatto, stabiliva che non tutti fossero uguali davanti alla legge? I sofismi stanno a zero, le sottigliezze giuridiche e i distinguo, buffonate di basso conio. La Costituzione imponeva che per procedere giudiziariamente contro un parlamentare occorresse l’approvazione del Parlamento stesso. Cioè, l’artico divino poteva essere tranquillamente messo in letargo. Che poi, dell’immunità, se ne sia abusato, è la piena conferma dalla sua reale efficacia protettiva nei confronti di mille persone “diverse” da tutti gli altri cittadini. Si usa a mo’ di clava la parola “ricatto”, è impropria, ma concediamola pure, per il referendum di Mirafiori, bene, la stessa parola, meno impropria però, può essere usata nei confronti del Parlamento del 1993, quando dovette accettare di cancellare l’immunità nella sua formulazione originale. Non fu ricatto, ma virtuosa presa di coscienza di un’ingiustizia da cancellare! Già, tutti babbei i Padri costituenti? Sarà invece, che conoscessero i loro polli? Veniamo a oggi. La Corte ha stabilito che l’impedimento in sé è legittimo. Ne ha abolito solo l’automatismo, demandando ai magistrati di decidere quando sia congruo: l’impedimento, e poiché non si può legittimare ciò che non esiste, il cerchio si chiude. Chi esulta, un po’ canagliescamente, lo fa perché pensa che i magistrati metteranno in croce B? Come si fa a pensare che i magistrati siano così faziosi da comportarsi scorrettamente? I magistrati vaglieranno, in piena libertà di coscienza e con la massima imparzialità gli impedimenti che gli saranno sottoposti. Impossibile prescinderne, altrimenti si rischia di dare ragione a B., quando parla di magistrati ostili. Ha ragione Salvatore Merlo, la Consulta ha stabilizzato il Palazzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi