cerca

Appello per evitare lo spirito d’Assisi

12 Gennaio 2011 alle 15:30

Sottoscrivo in pieno. Lo spirito d’Assisi non ha generato pace e tolleranza nell’islam, cosa peraltro difficile, ma nemmeno buoni frutti in casa nostra. E’ sotto gli occhi di tutti il sincretismo di tanti ivi compresi i cosiddetti operatori di pace. La new age cristiana è una realtà e non un pericolo alle porte. Se nel nostro mondo il cristianesimo è ridotto male, lo si deve anche all’idea che Gesù, Allah, Budda, gli spiriti della foresta sono la stessa cosa, quando non è così. Ho assistito ad un matrimonio dove all’offertorio è comparso sull’altare un rosario musulmano per simboleggiare la vicinanza degli sposi con l’umanità. E’ di fronte a Dio che ci si unisce, novelli Adamo ed Eva, nuove molecole dell’umanità. L’oggetto maomettano è orpello inutile. I vescovi dovrebbero incominciare a togliere “il patentino” d’operatori di pace a questi buoni cretini, e se proprio intendono il cristianesimo come la religione della coperta e delle scarpe per tutti possono sempre aiutare gli infedeli inserendosi in qualche associazione comunale. Se invece fossero cristiani con la C maiuscola, allora vadano, come quei missionari meravigliosi, che nel silenzio aiutano tutti in terra ostile. Se vogliono essere utili alle nostre latitudini, cerchino con la parola e senza armi di dialogare con una massa sterminata d’indifferenti religiosi, vadano la sera lungo le tangenziali cercando di strappare qualche ragazza dal racket della prostituzione, negli ospedali da persone sole, nelle carceri a portare conforto, negli ospizi a regalare un sorriso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi