cerca

La rivolta del pane

11 Gennaio 2011 alle 18:00

La situazione emergenza rifiuti a Napoli lascia l'Italia tutta interdetta ed incapace di guardare il suo futuro in prospettiva di miglioramenti. Se il Governo non interviene in aiuto le forze di sinistra e dell'opposizione giudicano il governo di inefficienza, se questo agisce le critiche si sprecano in quanto il tempo deciso dal governo stesso per risolvere almeno in parte il problema sarebbe troppo breve per essere credibile. Se intervengono le forze dell'ordine, che finora hanno svolto un lavoro eccezionale all'interno delle montagne di immondizia, il loro lavoro non viene neppure preso in considerazione quasi fosse la norma. In contrasto, dato che Napoli è troppo indietro nella raccolta dei rifiuti (perché da anni si accumula senza tentare di risolvere la causa a monte per motivi di inefficienza, di inerzia e di omertà), l'Asia (azienda di Napoli addetta alla raccolta comunale dei rifiuti) evidentemente non basta e ci si affida ad altre società appaltanti e non basta pure questa soluzione, quindi, si sciopera o si resta a casa per malattia. Penso che abbiamo toccato il fondo e che ogni possibile provvedimento al sud e specialmente in Campania sia inutile, forse perché i napoletani a tutti i livelli stanno bene così, nel loro mondo malato e corrotto. Scusate, ma come si fa a pensare all'Unità d'Italia?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi