cerca

L’immagine e lo specchio

7 Gennaio 2011 alle 13:00

Preso atto della sceneggiata dei nostri parlamentari in occasione della manifestazione sulla vicenda Battisti, che ha mostrato al mondo l’assoluta incapacità politica del paese di un sentire comune, almeno su una vicenda ampiamente condivisa, forse è giunto il momento di uscire dal nostro provincialismo da bar dello sport e chiedersi se l'immagine che abbiamo di noi stessi e del nostro vivere corrisponda a quella percepita dal resto del mondo. Non è facile interpretare i nostri vizi e le nostre virtù dall'esterno e non meraviglia che tragedie quali il brigatismo rosso, che ho avuto il “piacere” di combattere in fabbrica, possano ancora costituire oggetto di esaltazione dalla prosa rivoluzionaria e pressappochista di buona parte della sinistra. Salvo poi stupirci essere equivocamente fraintese dalle comunità francese e brasiliana, per dirne alcune, particolarmente sensibili al richiamo di ideologie insurrezionali. Al resto ha egregiamente provveduto il marketing internazionale del soccorso rosso. In parole povere paghiamo lo scotto della inaffidabilità dei nostri politici e della discussa efficienza del nostro sistema giudiziario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi