cerca

La fine dell'uguaglianza e il ritorno alle disparità

6 Gennaio 2011 alle 20:00

Analisi centratissime di Marco Palombi sull'Udc e di Cerazade Cerasa sul Pd. Il confronto con quelle dei giornaloni nazionalpopolari è impietoso. Se si esclude qualche editoriale dell'Annunziata, di Ricolfi o Galli della Loggia i commenti sono fuori dal perimetro. Tornando al problema Pd, sta nel fatto che nonostante abbia un bacino elettorale vasto composto da nostalgici di un'idea di sinistra, la stessa non può essere tramutata in realtà semplicemente perchè la sinistra è morta quando si è scontrata con la modernità. Anche a livello mondiale la sinistra ha avuto negli anni 90 le chance per governare il "mondo" ma ha fallito. La base crede nell'uguaglianza ma i vertici non ci credono più, basta osservare il caso Fiat, e questo inizio secolo prevede la disparità come carattere fondamentale. L'opposizione alla destra d'ora in avanti sarà per forza una forza mediatrice di centro, questa è la novità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi