cerca

La trasgressione conforme: rende schiavi

1 Gennaio 2011 alle 17:00

Esiste il cretino singolo, non è eliminabile, poi esiste il cretino mondiale, si chiama: opinione pubblica. La Divinità dei tempi nostri. La vittima sacrificale: il libero, individuale, critico pensiero. Il suo linguaggio: il politicamente corretto. I suoi tempi: la trasgressione a comando. Quando il trasgredire ci illude di essere liberi, significa che siamo già incapsulati nel suo conformismo. Per cui proclamarsi anticristiani fa fino. E magari, ne siamo chiottamente soddisfatti. L'eredità che l'Occidente lascia ai nati di oggi, è il suo putrido, voluttuoso suicidio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi