cerca

Le colpe del Governo cinese /2

30 Dicembre 2010 alle 11:00

Caro Sig. Cremaschi, Vedo che il politologo Sartori non è solo nelle sue esternazioni che riconducono tutti i problemi del mondo alla presunta sovrappopolazione del pianeta. Strano non aver letto che, in fondo, la colpa è della Chiesa Cattolica che non ammette gli anticoncezionali. Non conosco la "famosa bomba demografica dei campi profughi palestinesi" che Lei cita; se tuttavia la stessa esiste il problema non sta certo nella demografia ma, eventualmente, nella ristrettezza dei campi profughi. Mi annovero volentieri tra coloro che Lei simpaticamente definisce "incoscienti"; trovo peraltro le sue argomentazioni assai discutibili anche perché in contrasto con la realtà (oltre che con l'umanità). La curva di incremento della popolazione non è affatto esponenziale; la cruda realtà della vecchia -in tutti i sensi- Europa, e dell'Italia in particolare, lo conferma. Il boom demografico degli anni sessanta -di cui anche io sono figlio- si è interrotto spontaneamente, senza necessità di politiche assassine quali quelle adottate in Cina ed in India. Ciò che invece tali folli politiche hanno determinato è uno squilibrio assurdo tra i sessi, dovuto alla preferenza data ai figli maschi. Il nostro Foglio ci ha ben documentato in passato su tali squilibri. Quanto ai metodi trovo scandaloso concedere una attenuante per la brutalità degli aborti e degli omicidi sulla base della affermazione che comunque "tutto era brutale"; ciò, ai miei occhi costituisce semmai una aggravante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi