cerca

Civiltà e Battisti

30 Dicembre 2010 alle 20:00

Qualcuno potrebbe far sapere a Lula, il presidente del più ricco (in beni materiali) Paese del mando, ma forse povero di civiltà, che l'Italia, nonostante le sue debolezze, è da millenni la patria del diritto e tra i difetti maggiori ha il troppo garantismo per i delinquenti? Non si preoccupi: il suo protetto sarà ben curato nelle carceri italiane (che presumo molto diverse da quelle brasiliane) e, purtroppo, nonostante quattro sacrosanti (s'informi) ergastoli, probabilmente non passerà in carcere la sua vecchiaia (provare per credere). E potrebbe invitarlo a non scrivere una pagina vergognosa nella storia dell'umanità, già tanto deturpata a tutte le latitudini a cominciare da Caino (che spero non si offenda per il paragone)?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi