cerca

Che Babies viva!

28 Dicembre 2010 alle 10:30

Il Direttore scrive: "... e ad altre grandi organizzazioni sensibili, almeno sulla carta, alla questione della vita umana manipolata, sacrificata, brutalizzata". Quello, "almeno sulla carta", è in nocciolo del problema. Questa "carta" è l'applicazione pratica, non ideale, dei vari comportamenti, delle varie scelte, dei vari interessi, nella realtà geopolitica del mondo contemporaneo. Per l'immensa Cina, di cui, forse, non cogliamo appieno, gli altrettanto immensi problemi del suo essere e del suo divenire, prevale l'indirizzo hobbesiano della "sicurezza dello Stato", cui i cittadini cedono i loro diritti per il suo realizzarsi e, l'aspetto demografico vi rientra, su quello lockiano della "libertà". Ovviamente, questa, un po' semplice e sgangherata premessa, nulla toglie al grido e alla proposta del Direttore, anzi, la legittima in pieno. Soddisfare il bisogno di sicurezza con l'infanticidio programmato, ributta alla coscienza di tutti noi, lo avvertiamo osceno, e sarebbe d'alto valore simbolico se la Chiesa se ne facesse autorevole interprete. Nel nostro contesto mediatico, purtroppo, ciò che non si vede o non appare spendibile, brutto, ma realistico termine, in tv o in Rete, ha molte difficoltà ad emergere. Mettiamocela tutta!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi