cerca

Belga sarà Lei!

28 Dicembre 2010 alle 11:00

Non ci sentiamo europei, se ci equiparano ad un belga o ad un olandese ci offendiamo. Per il 2011 mi auguro un sacco di cose, una sulle altre: mettere una pietra sopra all’Europa, che ha fallito completamente quando ha cercato di scavalcare le identità nazionali, sottovalutando il fatto che ogni nazione tende a restare conforme a se stessa e alla propria storia, alla propria specificità. La resistenza della forma nazionale sarà sempre più forte, quindi occorre che i governi facciano una riflessione politica, indietreggiando di qualche passo. Il futuro è un’Europa diluita che non si permetta di romperci le uova nel nostro paniere, gli stati europei devono ripensarsi, dal lavoro ai giovani, mantenendo le due mura portanti: Stato liberale e esperienza cristiana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi