cerca

The Number One

20 Dicembre 2010 alle 17:30

Sordo alle sirene suadenti berlusconiane e ai i richiami del Vaticano e strattonato dal Pd, Casini è consapevole di essere il politico più forte attualmente, così come Tremonti lo è come politico-economico, e continua imperterrito per la sua strada. Perché? Se andasse con B. diverrebbe ruota di scorta, tradirebbe gli elettori e tutta l’opposizione, si ritroverebbe tra i piedi la Lega, mai potrebbe diventare Presidente della Repubblica, ma soprattutto non potrebbe essere considerato il numero uno, così preferisce essere il migliore al centro del campo, influire pesantemente, avere molte più possibilità di diventare sia premier che ambire al Colle, ma soprattutto al di là delle cariche istituzionali essere riconosciuto come il numero uno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi