cerca

La sinistra sedicente democratica difende i teppisti che hanno devastato Roma

16 Dicembre 2010 alle 20:09

La sinistra - sedicente democratica - non cambia. Ancora una volta difende i soliti "compagni che sbagliano",i "sedicenti" anarchici dei centri sociali,i violenti di ogni risma che l'altro ieri han devastato Roma.Cerca pateticamente di scaricare la colpa su presunti "infiltrati" delle forze dell'ordine al corteo.Poi si scopre che il mitico "infiltrato" è uno studente del collettivo,estremista sinistrorso e figlio di papà ex brigatista:cala il silenzio.Che vergogna, per Finocchiaro,Repubblica e compagni! Eppure ancora oggi il quotiodiano LIberazione ( organo ufficiale del PRC) inneggia alla rivolta armata, orgoglioso delle prodezze romane dei suoi ragazzi.Questa è delinquenza pura, e in uno stato democratico serio un partito così sarebbe già stato dichiarato fuorilegge. Cari cittadini, ricordatevi di questa violenza alle prossime elezioni,ammesso che la rivoluzione comunista non prenda prima il potere con la violenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi