cerca

Qualcosa si può fare

15 Dicembre 2010 alle 18:30

Roma, guerriglia urbana, macchine incendiate, vetrine sfondate, tutto devastato. Se ad un povero cristo hanno incendiato la macchina peggio per lui, continui a pagare le rate (non tutti sono figli dei Pink Floyd) e magari cerchi un doppio lavoro in nero per comprarsene un’altra usata visto che le assicurazioni non lo rimborsano. Quando avvengono queste cose c’è una responsabilità penale che non può che essere personale. Giusto. Però c’è anche una responsabilità civile che non sempre è per principio di legge personale, basti pensare alla responsabilità oggettiva delle squadre di calcio quando si commettono violenze negli stadi. Questo è il punto, applicare questo principio ai violenti che vengono fermati durante le manifestazioni di piazza: paghino loro i danni economici. Credo che toccare sistematicamente nel portafoglio, fino al quinto dello stipendio, questi balordi potrebbe servire a rimborsare le vittime dei loro soprusi e a ridurre il loro numero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi