cerca

Robespierre, l'incorruttibile

8 Dicembre 2010 alle 13:00

Cos'ha da perdere? Dovrà dimettersi per la sua tracotanza e la sua impudenza, perderà la poltrona, perso per perso fa come Sansone. Le nuove elezioni non l'impensieriscono, ritornerà a Montecitorio (stupidi che lo votano ce ne sono a iosa) e della casa a Montecarlo se ne parlerà fra un decennio. Senza grattare oltre. Nel frattempo ha dato una mano gli ex PCI che, comunque, gli saranno grati: anche se la gratitudine non è merce di scambio. Berlusconi docet.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi