cerca

L'eterna malattia

7 Dicembre 2010 alle 15:30

Alcuni lucidi analisti, voci nel deserto, hanno individuato da tempo il paradosso di una politica di sinistra fondata sull’antiberlusconismo radicale: la principale “risorsa” di tale politica è B. stesso. Senza di lui, come nemico da abbattere, la sx attuale potrebbe diventare elettoralmente ancora più debole di adesso. La fondamentale motivazione, se non l’unica, per cui una parte di moderati, tendenzialmente di dx, votano uno schieramento di sx eterogeneo e privo di un progetto riformista moderno, concreto e coerente, è l'avversione verso il Cav., la convinzione che egli sia davvero una malattia della democrazia. E’ quello a cui si riferiva Montanelli, parlando di un elettorato di dx, che, fino a che ci sarà B. in campo, rimarrà “nascosto” nell’astensione o nel voto a sx. Da qui il rischio reale (evidenziato anche da simulazioni di voto fatte a suo tempo, se ricordo bene) che finita “la malattia” finisca anche la paura di votare a dx, e che il flusso di elettori che la sx guadagnerebbe sia inferiore a quello degli elettori persi. Immagino che queste considerazioni Casini e Fini le abbiano ben presenti. A me sono ritornate in mente sentendo una dichiarazione di Vendola. “Sconfiggere B. è ora relativamente facile; è sconfiggere il berlusconismo che è molto più difficile”, ha detto il nostro, spiegando che ormai il virus è entrato nei gangli più importanti della società e che occorrerà ancora tanto tempo per estirparlo. Lo segnalo a chi si aspettasse che almeno un effetto positivo della sconfitta del Cav. sarebbe la nascita di una sx finalmente moderna. Il prossimo leader di dx (fosse anche l’oggi stimatissimo Fini), se avrà davvero una volontà riformista, sia pronto: non passerà molto prima che i suoi avversari si accorgano che in lui vi sono i sintomi del terribile morbo, e che la strenua battaglia per salvare la democrazia deve ricominciare. La malattia del “berlusconismo” non scomparirà con B., perché non è quella la vera malattia della democrazia italiana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi