cerca

Un altro crollo

2 Dicembre 2010 alle 16:00

Dopo le “rivelazioni” di Wikileaks, la sinistra nostrana ci ha propinato, immancabilmente, la lezioncina sull’etica dei comportamenti e la manifestazione di sdegno e ansia per l’immagine internazionale del nostro paese, distrutta dal Cav. Poi è arrivata, chiara e netta, l’affermazione della Clinton: Berlusconi è da sempre il migliore amico degli USA, tanto per le amministrazioni repubblicane che per quelle democratiche, e i suoi aiuto e mediazione nelle crisi con internazionali sono stati preziosi. Insomma, l’ennesimo crollo nella Casa del Moralista.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi