cerca

Università nel caos

25 Novembre 2010 alle 12:00

Sono stupefatto da quel che accade nel mondo universitario in merito alla riforma Gelmini. La mia idea, da Ricercatore, è che la riforma, integrata da una copertura di spesa sufficiente a far ripartire il reclutamento di ricercatori e professori, rappresenti comunque un passo avanti rispetto all'immobilismo che da più di un lustro caratterizza l'università italiana. Le proteste movimentiste della mia categoria non fanno altro che attestare la vetustà della nostra età media, con modalità che rendono palese l'appartenenza della maggioranza ai protestatari del 1977. Mi tocca dare ragione al Ministro Gelmini, che ci ricorda come tali comportamenti finiscano per fare il gioco dei baroni e di chi vuole continuare a gestire l'università con metodi da cosca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi