cerca

Scuola e università

25 Novembre 2010 alle 18:00

La riforma del sistema formativo è necessaria, anzi, indispensabile. Nel corso degli anni tutti i ministri susseguitisi sono stati contestati, quindi è evidente che si toccano sempre e comunque nervi scoperti e che di volta in volta intervengono interessi corporativi o, spesso, un non meglio identificato "bastiancontrarismo". Quel che stride davvero, questa volta, è il candore con cui si chiede di accettare che quelli che potrebbero essere forse tagli giustificabili in nome della razionalizazione e del contenimento dei costi, facciano il paio con i 240 milioni di finanziamento alla scuola privata. E a chi intende giustificare questa vergogna inneggiando alla libertà di scelta per l'istruzione, sarebbe bene ricordare che la nostra Costituzione dice chiaramente che enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti educazione MA SENZA ONERI PER LO STATO. Ci sono delle priorità, specie in tempi di vacche magre. Se ci sono fondi disponibili, vanno destinati alla scuola pubblica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi