cerca

Finanziamenti dello spettacolo/3

24 Novembre 2010 alle 20:30

Pur non volendo entrare in considerazioni legate al considerare o meno buona parte del cinema come manifestazione d'arte e qunidi evento culturale, ricordo al Sig. Galassi che comunque si tratta di un comparto industriale, con delle difficoltà congiunturali ovvie. Per questo se finanziamo a fondo perduto i costruttori di frigoriferi e motorini, non vedo perchè non farlo per chi produce film. A meno di non voler credere alla retorica ridicola del risparmio energetico, difficilmente applicabile alle produzioni cinematografiche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi