cerca

Due galli in un pollaio

24 Novembre 2010 alle 13:00

Nove mesi sono necessari per mettere al mondo un bambino, lo stesso tempo che intercorre in Italia da quando si inizia a parlare di elezioni anticipate al giuramento dei nuovi ministri, dopo lunghi mesi di estenuanti trattative e inconcludenti consultazioni. Le elezioni anticipate si impongono necessariamente quando un intoppo ostacola la normale attività politica, ma sciupare quasi un anno per rimuovere l’ ostacolo è a dir poco paradossale. Il tentativo di imitare le moderne democrazie europee è naufragato: a Londra il primo ministro decide di sciogliere le camere e nel giro di un mese gli inglesi votano e hanno il nuovo governo già insediato e operativo. Ma lì siamo in presenza di un vero e proprio bipolarismo, mentre la nostra pseudo democrazia bipolare è ancora caratterizzata dai ritmi elefantiaci del vecchio sistema proporzionale e multipartitico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi