cerca

Saviano e Bocchino

23 Novembre 2010 alle 17:00

Saviano e Bocchino per me pari sono. Entrambi esprimono uno dei peggiori difetti dell'essere "napoletano": è sempre colpa di altri ed è per la stessa colpa di altri, dai napoletani sofferta, che si configura il vittimismo pseudo-eroico dei napoletani stessi. Tutto ovviamente condito dal senso di teatralità che è proprio della cultura in questione. Ve lo dice uno che è nato e vissuto a metà strada fra Napoli e Casal di Principe equidistante dunque da Boccchino (più tendente allo pseudo-eroismo) e da Saviano (pienamente adatto al ruolo della vittima). Mi dichiaro dunque da entrambi distante, molto distante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi