cerca

L'affondo del guascone

23 Novembre 2010 alle 15:30

Certo che se il guascone di Francia sta facendo sul serio e non sta solo cercando pubblicità e la gente gli darà retta, le banche potrebbero anche avere un brutto quarto d'ora il 7 dicembre. E se poi questa vicenda subirà risvolti dai contorni hitchcockiani e la tendenza dovesse allargarsi nel resto d'Europa, i banchieri dovrebbero iniziare quantomeno a preoccuparsi. E' vero che il loro potere è saldamente consolidato e che in ogni caso godono di paracaduti statali di gran comodo, ma da cosa nasce cosa, e anche l'imprevedibile potrebbe avverarsi. La storia dice che i francesi sono maestri nelle rivoluzioni e chissà che le uscite e le trovate di questo estroso calciattore non aiutino il popolo ad ottenere qualche concessione dalle banche o addirittura a far si che alla lunga le regole del gioco cambino. E se poi la pressione dovesse farsi più decisa, mirata ed estesa e dovesse sfociare in qualcosa di più ampio, i fendenti del guitto di Marsiglia e compagni potrebbero anche rivelarsi mortali per l'attuale sistema politico-bancario. Certo il popolo è pigro e allocco, ma è anche imprevedibile e a volte basta una scintilla per svegliarlo. A quel punto neanche più le vicende degli Scazzi potrebbero bastare per tenerlo buono...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi