cerca

Il miraggio del ribaltone legittimato.

19 Novembre 2010 alle 13:30

Il pisano della Scuola Superiore di Sant'Anna, mi ha ancora deluso. Sentite il suo sogno: Berlusconi è sfiduciato, deve dare le dimissioni, Napolitano lavora, doverosamente per accertarsi se in Parlamento esiste un'alternativa, a quel punto scoprirà che sono disposti a mettersi insieme Pd+IdV+Udc+Mpa+Svp+VAoasta+Fli e, udite, udite seguirebbe anche una parte consistente degli ex deputati di B + qualche leghista. Perciò non sarebbe un ribaltone perché, pure se minoritaria, nel nuovo governo ci sarebbe una componente significativa riferibile ai partiti che hanno vinto nel 2008. Il tutto nel rispetto della Costituzione. Certo, in teoria è una trama possibile e benedetta dalla Vecchia Signora. Non ha detto, ma quando uno sta sognando non si può pretendere che sia lucido, dove si accaserebbero i transfughi, Buttiglione sorrideva sotto i baffi e aveva gli occhi brillanti. Il Premier? Letta s'è affrettato ha dichiarare che non ha mai detto niente contro Tremonti, falso, ma lasciamo perdere, ha insistito molto su un Ciampi bis, alludeva, ovviamente a Draghi, che come Carlo Azeglio rappresenterebbe la diretta assunzione di responsabilità da parte dell'establishment reale del nostro paese. Bertinotti lo definì "il potere al potere". La coalizione era, DC,PSI,PSDI,PLI,PDS e Verdi. Dopo 3 giorni il PDS ritirò i suoi ministri perché il Parlamento rinnovò l'immunità parlamentare a Craxi. Oggi nessuna di quelle sigle politiche esiste più. Altri acronimi ma stessi uomini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi