cerca

Radical chic/3

18 Novembre 2010 alle 20:30

Non vorrei sembrarle pedante signor Balestrazzi, tanto più dopo gli apprezzamenti che lei ha espresso sul mio post, ma quello a cui la definizione “chic”, attribuita ai “radical”, mi pare faccia riferimento non è tanto o principalmente l’arroganza intellettuale di chi è certo in assoluto di avere ragione e non è minimamente aperto alle ragioni degli altri. Non che questo tratto non appartenga a quella categoria. Direi però che le contraddizioni che ha immortalato per primo Wolfe riguardano innanzitutto l’ostentazione continua dei buoni sentimenti; il presentarsi come paladino delle cause giuste e delle battaglie coraggiose da parte di chi quelle battaglie si limita a combatterle nei suoi comodi ed eleganti salotti (che oggi forse sono soprattutto quelli televisivi); la retorica dell’elogio dei più umili e deboli da parte di persone a cui quegli umili fanno in realtà un pò schifo e rispetto a quali si sentono assai migliori; la vanità, la convenienza e la ricerca di protagonismo mascherate da altruismo e coscienza civile e democratica. In questo senso devo dirle che Saviano, per molto tempo, non mi ha fatto mai pensare a un “radical chic”, perchè sono convinto che il suo libro è stato in effetti un libro coraggioso e che la sua vita blindata e di persona perennemente scortata dà la misura di come comunque lui abbia pagato un prezzo e la sua battaglia, coi mezzi propri di un intellettuale, l’abbia combattuta anche in “prima linea”. Sono la frequentazione dei Fazio, dei Benigni e compagnia bella (quelli sì, a mio parere, mediocri, prevedibili e noiosi “radical chic” di serie B) e le lusinghe di un mondo che lo ha trasformato in un’icona che secondo me non gli stanno facendo un granché bene… Detto questo, mi sembra giusto il suo richiamo al rischio che anche noi foglianti clericali o liberali o clerical-liberali si diventi auto-referenziali e intellettualmente arroganti e dogmatici, è una malattia subdola questa, che ti prende senza che te ne accorgi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi