cerca

La cultura alla lunga serve più del panino...ma la Cultura da Panino fast-food non serve a nulla/2

16 Novembre 2010 alle 15:30

Interessante il post di Tassinari, come sempre i suoi. Tuttavia, se è vero che la cultura serve più del panino, la cultura come un panino, quella fast food della televisione, è tutto tranne che cultura e non serve. Avessimo avuto in questi anni, un Santoro, un Fazio, una Dandini, un Floris, un Saviano-in-tv di destra, Silvio avrebbe preso due voti in piu' e persi 4, in virtu' della faziosita' e della spazzatura che solo in televisione si può fare. Un bravo al Cavaliere per non essersi sovraesposto mediaticamente in questi anni, a differenza dei dittatori sudamericani a cui si ispirano i suoi detrattori. Al contrario si è centellinato. Ora, in campagna elettorale, e dunque a ragion veduta, potra' fare il bello e cattivo tempo e far tremare tutti gli avversari. Se proprio volessimo parlare di cambiamento culturale, dovremmo andare a mettere il naso nelle scuole e nelle universià, e su questo è vero che per quanto riguarda la ricerca e l'innovazione, a destra si è fatto poco. Il problema e' che per cambiare le strutture educative e renderle adeguate ai tempi che corrono a livello globale ci vorra' qualche lustro. Certo se le riforme universitarie vengono bloccate da crisi di governo irresponsabili come questa a cui andiamo incontro, il salto di qualità della cultura, non quella di destra, quella italiana, sara' un'araba fenice.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi