cerca

L'uomo di Stato.

16 Novembre 2010 alle 11:00

Il Presidente della Camera, convocato dal Presidente della Repubblica assieme al collega del Senato “per fare il punto della situazione sulla crisi di governo” aperta dalle dimissioni dei ministri che Lui stesso ha fatto dimettere, gli esporrà diligentemente e serenamente il suo punto di vista e, siamo certi, darà il doveroso ed istituzionale contributo ad una soluzione che salvaguardi gli interessi della nazione; quegli stessi interessi che (gli) hanno imposto il “sacrificio” di uomini e ministri di tanto spessore. Perché, se non si fosse ancora capito, Lui è un uomo di Stato. Al di sopra delle parti. Ossequiosamente rispettoso del dettato costituzionale. Dove, solo, si dovrà prima o poi prevedere che ovemai ad un nuovo Presidente della Camera venisse di nuovo in mente di aprire una crisi di governo, sarebbe una bella cosa che si dimettesse Lui prima di ogni altro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi