cerca

Fini, Darwin e la lotta per la sopravvivenza

8 Novembre 2010 alle 21:30

Chi continua a dipingere Berlusconi come una povera vittima dell'ingrato Fini, non deve dimenticarsi che il primo a voler annichilire il delfino ripudiato è stato proprio il Presidente del Consiglio con la complicità dei suoi ex colonnelli. Pensavano di piazzarlo alla Presidenza della Camera per poterlo terminare politicamente in maniera indolore, ma evidentemente hanno fatto male i propri conti. Penso che la nuova linea liberale di Fini più che una conversione sulla via di Damasco rappresenti un puro calcolo politico finalizzato alla sopravvivenza, dopo che ministri e coordinatori gli avevano voltato le spalle per accreditarsi nei confronti del nuovo padrone (in attesa di aspettare il momento giusto per azzannare anche lui).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi