cerca

Brunetta, le criptoriforme ed i signori della truffa

29 Ottobre 2010 alle 19:40

Dopo Tremonti che si è vantato di aver riformato le pensioni senza un'ora di sciopero grazie ad un emendamento, oggi Brunetta ha sbandierato un taglio di 300.000 lavoratori del pubblico impiego grazie al blocco del turn-over ed alla flessibilità. Ora, oltre alla scarsa considerazione che ha il Ministro della Pubblica Amministrazione nei confronti di chi ha un contratto a tempo determinato, dato che li considera praticamente disoccupati, non si può fare a meno di notare quello che evidentemente è un metodo di governo: più che riforme organiche, troppo problematiche, è meglio cambiare le cose attraverso sotterfugi ed espedienti. Non si capisce più se ci troviamo di fronte a dei ministri o a dei signori della truffa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi