cerca

Privilegi ed equità

27 Ottobre 2010 alle 13:00

I lavoratori dipendenti pagano le tasse anche per chi non le paga. Le famiglie sono tassate per i redditi e non per i "guadagni", il netto che risulta sottratte le spese per il mantenimento dei figli. In Italia la natalità è ai minimi mondiali. Da 30 anni mi aspetto che qualcuno provveda all'ingiustizia e non è successo niente. Propongo che si leghi l'età del pensionamento al numero di figli allevati: proporzionalmente va prima in pensione chi ha più di 2 figli e proporzionalemnte va dopo in pensione chi ha meno di 2 figli. Questo, almeno dopo tanti anni, farebbe giustizia di quanti hanno fatto sacrifici per mantenere dei figli, mentre, per scetla o per sfortuna, non sono stati fatti da chi non ne ha avuti, soprattutto per i lavoratori dipendenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi