cerca

Il messaggio di Cristo/ 3

27 Ottobre 2010 alle 22:00

Caro Tassinari, i tre esempi da lei citati di limiti del cattolicesimo potremmo metterli a paradigma del "progressismo" cattolico. Poi potremmo valutare anche i tre esempi di limiti insiti nel "tradizionalismo" che guarda caso sono quelli diametralmente opposti: il giudizio feroce sui peccatori e la condanna assoluta delle altre religioni come false e quindi demoniache, la conseguente chiusura alle altre culture, la rigidità della struttura familiare. Come ho già avuto modo di dire entrambe le derive nascono da un problema comune: l'aver perso di vista la dimensione del Mistero. Penso che a questo si riferisse Gesù stesso quando diceva di prediligere gli umili. Il Cattolicesimo a mio modestissimo parere deve risolvere - per rispondere alle esigenze della modernità - il nodo della teodicea, che è rimasto sotto il tappeto da troppo tempo. Sul significato della sofferenza del giusto si prendano 10 cattolici e si riscontrerà un'opinione diversa dall'altra, le più comuni quelle del tipo "è meglio non pensarci".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi