cerca

L'ultima ipocrisia

21 Ottobre 2010 alle 14:50

Se c'è una cosa noiosa e ipocrita sono le trasmissioni tv e i pensosi articoli sulla carta stampata che si interrogano su fino a che punto sia decente sviscerare, come hanno ampliamente fatto fino ad un minuto prima, l'ormai arcinoto caso di Avetrana che preraltro lascia attoniti per il quotidiano evolversi. Ma nessuno ricorda il caso Montesi? Le feroci paginate che per mesi e quotidianamente scandagliaronono le vite degli indagati fuorviate dalle testimonianze di una mitomane soprannominata dalla stampa Cigno Nero, tale Maria Moneta Caglio, che fecero addirittura cadere un governo e che poi finirono in nulla? All'epoca non c'era la vituperata tv che tutti oggi guardano imbambolati ma scandalizzati al 90 per cento, se dobbiamo prestare fede ai sondaggi di Radio 24 e che magari sono gli stessi che sono orripilati dalla casa di Antigua e che però pervicacemente giocano all'enalotto per acchiappare i 160 milioni, che non credo andranno in beneficenza, e che un pensierino su una casa di sogno ai Caraibi ce lo fanno eccome.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi