cerca

Evviva il futurismo e la libertà

20 Ottobre 2010 alle 18:50

Voli pindarici a parte sopra freddine e poco coinvolgenti battaglie socio-culturali (cittadinanza), sparpagliate e confuse idee di Stato laico (e coppie di fatto e pillole abortive e fecondazione e quant’altro in caotico mix), ingessati e stereotipati canovacci su legalità e questione morale (Galli della Loggia parla di un Fini degno dell'inamidato buonismo dello Scalfaro d'annata), sembra che la realpolitik porti Fli già ad avere il fiato corto e correre verso un vicolo cieco. Per respirare e scartare di lato solo due le armi cariche; quella del costantemente minacciato ribaltoncino da nobilitare con la scusa di un’impervia se non impraticabile riforma della legge elettorale e quella del mantenere sopra la graticola il Pdl sulla questione giustizia, da raffreddare solo in cambio di un patto federativo. Insomma, escludendo investiture e tappeti rossi della sinistra celebrante ogni anti Caimano, è un po’ pochino per questa nuova destra moderna, europea, futurista e libertaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi