cerca

Liste illegittime e volontà dell'elettore/ 3

19 Ottobre 2010 alle 12:10

La vicenda piemontese evidenzia due cose: 1) se alcune liste hanno un vizio di illegittimità, i voti espressi per quelle liste non sono ammissibili. E' una legge dello Stato. 2) il commento di De Angelis fa trasparire quel sentimento di idiosincrasia, che a me pare radicato a destra, verso le regole, viste come lacciuoli che intralciano il libero manifestarsi della volontà popolare(o populista). A sinistra si auspica l'uso della Legge come arma politica, a destra sembra a volte che della Legge se ne potrebbe fare a meno. Basta un pò di buon senso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi